Ogni persona ha una personale visione della sindrome di Down, ed è questa  la bellezza della diversità che si esprime attraverso gli occhi di chi guarda.

L’articolo di Gabriele Nugara , socio di Artemisia e.V., uscito oggi su Il Mitte | Quotidiano di Berlino per italofoni racconta come è nata l’idea di realizzare il documentario che parla di un bambino con la sindrome di Down che, insieme alla madre, fanno parte dell’associazione .

Gabriele ha iniziato questo percorso di documentare la vita di Yosser qualche anno fa,  dopo averlo conosciuto casualmente, perchè  è rimasto affascinato da questo bambino diverso dagli altri ma pieno di vitalità. In uno dei nostri incontri mensili, l’anno scorso, abbiamo parlato de La sindrome di Down-Quel cromosoma in più e guardato insieme il primo documentario “Il ritratto di Y” che parla della sua vita  in famiglia. Tra gli spettatori, oltre ai protagonisti  Yosser e sua madre Lara, anche Lia.

Il video testimonia sinceramente il desiderio di rendere gli spettatori più partecipi da un lato degli ostacoli quotidiani, dall’altro delle risorse espressive che costituiscono l’esistenza dei suoi protagonisti”.

Questo secondo documentario racconta principalmente l’esperienza artistica di Yosser, all’interno del laboratorio pittorico “Bunte Spinne” condotto da Teubner Mbaye a Berlino.

Il prossimo anno, in uno dei nostri incontri mensili, parleremo ancora della Sindrome di Down e proietteremo il nuovo documentario in presenza di Gabriele e Yosser, per guardarlo e parlarne insieme.

Noi di Artemisia e.V. Inklusion für alle abbiamo dato la nostra disponibilità a inserire il logo dell’associazione nei titoli di testa e sosteniamo la promozione di questo progetto.