Stiamo provando a guardare come da un universo caotico pieno di informazioni, fermandoci su un piccolo dettaglio, una sfumatura di colore, cercare di creare una sorta di satura (antica rappresentazione teatrale romana di carattere farsesco e licenzioso, costituita da un insieme di danze, musiche e canti) per dargli peso e valore emotivo. (Matan Zamir)

BLEACH: AURORA HUNTERS è lo spettacolo che la Compagnia Matanicola  porterà in scena dal 5 al 22 Dicembre  presso il Theater Thikwa. Lo spettacolo è una continuazione dello spettacolo Bleach che Matan Zamir e Nicola Mascia, coreografi e registi,  hanno realizzato nel 2016 con i performers del Thikwa.La ricerca teatrale ed il lavoro con persone diversamente abili è parte del lavoro che la Compagnia Matanicola si propone di realizzare nelle loro creazioni.

Anche qui c’è un lavoro di ricerca della luce e dei i colori dell’aurora, che gli artisti del teatro Thikwa, attraverso il movimento e la performance sul corpo, esprimono.  L’aurora e la lotta contro il buio e  quindi la rinascita  dopo la morte in assenza di colore. In questo lavoro gli artisti, per la maggior parte con la sindrome di Down, co-produttori dello spettacolo insieme a Matan e Nicola, provano ad esplorare una comunità differente per  mostrare una piccola bolla, che possa evidenziare, esplodendo, anche le loro fragilità ed emozioni per trasmetterle al pubblico.

Su IL MITTE l’intervista di Amelia Massetti, Presidente e fondatrice di Artemisia e.V.,alla Compagnia Matanicola.

 

 PREMIERE Mercoledì 5. DICEMBRE |ORE  20,00 | GROSSE BÜHNE

GIO 6. – SA 8. DICEMBRE |ORE 20,00
MER 12. – SA 15. DICEMBRE | ORE 20,00
MER 19. – SA 22. DICEMBRE |ORE  20,00

 

@david baltzer/bildbuehne.de

Tanzperformance con: Fabian Bischoff, Felix Brünig, Merete Kaatz, Lia Massetti, Anne-Sophie Mosch, Hilarius Urban, Matan Zamir | Scenografie: Isolde Wittke | Costumi: Pablo Alarcón | Tecnico Luci: Arnaud Poumarat | Tecnico suono: Otto Vik Mathisen | Assistente alla regia: Maureen López Lembo | Concetto / Regia / Coreografie: Nicola Mascia, Matan Zamir / matanicola