Qui l’articolo scritto da Amelia Massetti, fondatrice di Artemisia e.V., pubblicato su il Mitte, dove si analizza la situazione in Germania sull’Inclusione e sul diritto al Voto per le persone diversamente abili.

Se vogliamo parlare d’Inclusione reale in tutte le sfere della vita sociale, culturale e politica è necessario apportare modifiche  di rilievo, per permettere la partecipazione attiva delle persone diversamente abili. Per fare questo i partiti dovrebbero creare  maggiori opportunità d’accesso alla vita politica delle persone diversamente abili, non solo eliminando le barriere architettoniche,sicuramente necessarie, ma principalmente ascoltandone le istanze e creando piattaforme online in lingua facilitata e audio visive, che permettono la comprensione del linguaggio politico accessibile a tutti, facilitando contemporaneamente anche coloro che non conoscono il linguaggio politico astruso.Solo dando voce alle aspettative e alle esigenze delle persone disabili si possono creare le basi di un cambiamento radicale nei confronti della diversità, creando un ponte assolutamente necessario per aprire un dialogo di pace, utile alla comunità nel suo completamento.